Diario di bordo: quando il nido va in città e la città va al nido

Il periodo di febbraio è da diversi anni oramai in Giocomotiva, il mese dedicato all’intelligenza corporeo cinestetica, avente come valore bersaglio la collaborazione.

 

E quale modo migliore di festeggiare questa preziosa intelligenza, se non collaborando con il Milanoclownfestival, al quale Giocomotiva ha aperto le porte nella suggestiva sede di via Boschetti?
Abbracciare e sostenere questa manifestazione, nata nel 2006 con lo scopo di creare un evento aperto a tutti, ci è parso doveroso per diverse ragioni:

  • Perché si coniuga perfettamente con la programmazione di Giocomotiva
  • Perché crea focus rispetto all’intelligenza corporeo cinestetica
  • Perché permette di fare rete con il territorio circostante

La Giocomotiva crede fortemente nel valore della collaborazione e della condivisione e, aprendo le porte del nido ai cittadini di Milano, in qualche modo si apre alla voglia di rendere il sistema educativo un elemento integrato all’interno del territorio milanese. E come per magia, come per un giocoso scambio di ruoli per un giorno il “Nido va in città e la città va al nido”: oltrepassando la soglia di entrata della Giocomotiva, si entra nel magico mondo dell’infanzia e nello stesso tempo questa apertura permette di fare luce sulle mille suggestioni della città.

 

La partecipazione e la cittadinanza attiva favoriscono infatti relazioni e scambi, e la consapevolezza che abbiamo sempre più bisogno di integrazione e approccio olistico a fronte di un sapere parcellizzato e di relazioni, a fronte di un individualismo dilagante, spinge Giocomotiva a promuovere e sostenere eventi come quello di Milanoclownfestival, unitamente a serate tematiche rivolte alla genitorialità e ad eventi social che hanno come scopo quello di favorire la conoscenza reciproca tra famiglie.

 

Il Milanoclownfestival, senza l’ausilio di parole, come nella migliore tradizione clownesca, è riuscito a racchiudere tutto questo spirito di condivisione attraverso l’utilizzo del corpo come strumento per eccellenza di comunicazione.

 

E lo ha fatto attraverso due spettacoli completamente diversi tra loro e altamente rappresentativi dell’intelligenza corporeo cinestetica attraverso la figura dell’acrobata e del clown.

 

L’energia portata sul palco dalla fresca gioventù di Mwalimu Chengo e dei suoi ragazzi che hanno stupito tutti attraverso incredibili acrobazie, ci hanno rammentato la potenza del corpo, delle abilità grosso motorie, dell’equilibrio e alla potenzialità del lavoro di squadra: non c’erano singoli protagonisti in scena se non la forza del gruppo che crea armonia ed energia positiva attraverso la collaborazione.

 

Il dolcissimo Siclown ci ha riportato invece all’essenza delle piccole cose. E lo ha fatto ovviamente, senza parole, attraverso una mimica efficace, frutto di attenta e paziente osservazione del comportamento umano, facendoci riflettere sul valore della comunicazione non verbale che sta alla base delle nostre relazioni e della nostra comunicazione.

 

Quarantacinque minuti di spettacolo dove piccoli e grandi sono stati coinvolti nella magia di un racconto che aveva due livelli di lettura: uno più immediato legato ai piccoli gesti della quotidianità che se riportati con sapienza ed un giusto uso dei tempi, come è avvenuto, ottengono consenso ed ilarità immediata, proprio perché riconoscibili e frutto di un linguaggio non verbale universalmente riconosciuto.

 

Un altro piano invece, un po’ più profondo, legato alla finalità dello spettacolo volto alla sensibilizzazione verso ad una malattia grave come l’epilessia e alla storia personale di questo sensibile artista che è riuscito con leggerezza a trasportarci nel suo mondo senza pietismi e a farci capire come i talenti spesso ci salvano la vita e donano forte motivazione personale.

 

E quindi… grazie Milanoclownfestival e grazie a Giocomotiva e al suo prezioso staff di educatrici che hanno creduto nell’importanza dell’evento e che ci ricordano una volta di più di come mente e corpo siano interdipendenti e di come ad azione corrisponda sempre… un’emozione!

 

di Barbara Premoli
Coordinatrice ed Educatrice Nido Boschetti

Ti potrebbe interessare anche....

Open Day La Giocomotiva!

La Giocomotiva vi invita a scoprire tutte le sue sedi, sabato 15 ottobre 2022, in concomitanza con la presentazione del nuovo anno scolastico ai nostri

corsi pomeridiani

Dimensione Gioco 2022/2023

I corsi pomeridiani proposti da La Giocomotiva Gli asili nidi e scuole dell’infanzia bilingue La Giocomotiva sono situati in punti strategici della città e propongono

Campus Estivi – Luglio 2022

ATTENZIONE! Sono ancora aperte le iscrizioni solo per La Giocomotiva di via Grottarossa a Roma, mentre per tutte le altre sedi le iscrizioni sono chiuse.

Condividi questo articolo sui social!

Chi siamo

La Giocomotiva, People & Baby Group

La Giocomotiva gestisce in Italia diverse strutture, tra nidi e scuole dell’infanzia, sul territorio di Milano, Roma e Firenze. Fa parte del gruppo francese People & Baby, che conta ad oggi 700 strutture distribuite nel mondo.
Da oltre vent’anni si prende cura della crescita e del benessere dei bambini e delle loro famiglie attraverso un approccio educativo armonico e innovativo, volto a valorizzare le diversità del singolo.
 
 

Video & Media